5 minuti con Laura Baresi | Giustacchini

5 minuti con Laura Baresi

Ciao Laura,
Che fatica e che bello scrivere di una nostra amica, bresciana doc e che se n’è reinventata una bella!

Allora… raccontaci subito la tua storia: da dove sei partita per arrivare qui?

Ho iniziato a fare questo lavoro per caso ed essendo una perfezionista, quando trovo una cosa che mi piace mi ci dedico al 100%, quindi il passo per capire che la maglia sarebbe passata da un passatempo a una professione è stato breve. 

Ma pensando alla maglia tutti pensano alla nonnina invece tu della nonnina non ha proprio niente! A chi sono rivolti i tuoi corsi? È vero che si sono interessati anche gli uomini?

I miei corsi sono frequentati prevalentemente da donne e ho anche qualche ometto. Chi frequenta i miei corsi è una persona interessata innanzitutto alla maglia e agli intrecci, con il desiderio di creare con le proprie mani qualcosa di unico e speciale. Sono persone a cui piace sia la maglia tradizionale, con capi più semplici, sia le lavorazioni più elaborate o di tendenza. Prevalentemente sono persone a cui piace il mio modo di fare a maglia e quello che propongo, quindi si affidano a me per qualsiasi tipo di consiglio, dalla forma del modello da realizzare fino alla scelta del colore. 

Come hai iniziato a sperimentare le nuove frontiere della maglia e dell’uncinetto? E fino a dove ti sei spinta? E dove ti spingerai? Dai facci un po’ di spoiler…

Questo tipo di lavorazione si porta addosso migliaia di anni di storia. Migliaia di persone che lo hanno fatto e che ancora lo fanno in tutto il mondo. Io voglio farlo a modo mio, con la mia visione.
Cerco di farlo ogni giorno utilizzando un modo diverso, unico. Attraverso la maglia e i colori cerco di far passare un messaggio diverso, di forza, unione, benessere… di valori intensi come la famiglia, l’amore e l’amicizia, la potenza di farcela da soli, il coraggio di stare in piedi e la testardaggine di svegliarsi ogni giorno con il sorriso stampato in viso. La leggerezza di un capo semplice e insieme la forza, l’energia e la pazienza di realizzarlo. Dove mi spingerò non lo so… stiamo a vedere 😛

Nel 2009 hai lanciato il tuo brand creando capi di abbigliamento ed accessori moda. Lasciatelo dire… STUPENDI! Ma da dove ti è nata l’idea? Come l’hai sviluppata?

Nel 2009 è nato il brand Ladylike Knit Design poi nel 2017 c’è stato il passaggio a Laura Baresi. Il passaggio è stato inevitabile. Chi mi segue e mi “ascolta” sui social, sa che nel lavoro e nella comunicazione metto molto di me e della mia vita quotidiana. Ho deciso di espormi completamente mettendo alla mia collezione il mio nome.

Abbiamo adorato la tua shopper per il mare, ma adesso cosa ci proponi per l’inverno?

Per l’inverno come sempre cappelli, sciarpe e colli. La collezione w/2018 è caratterizzata da maglioni e colori nuovi di cui uno, il Serenity (l’azzurro più top della storia, solo il nome basta per far capire quanto è bello!). Colore realizzato in esclusiva solo per me. Quest’anno ci sono anche nuove collaborazioni con brand per i quali ho realizzato delle collezioni di capi in maglia davvero pazzeschi. Piccolo spoiler: una gonna!

Sappiamo che i tuoi capi nascono a Brescia ma raggiungono tutto il mondo…anche i vips! Raccontaci un po’…

I miei capi sono in vendita online e anche nei negozi. Molti vip indossano i miei berretti ma soprattutto li adorano così tanto che li stanno collezionando. Possiamo dire che sto creando un vero e proprio esercito di knit addicted. 

Dove troviamo il tuo atelier? E oltre a te e alla tua amata Piuma hai anche un giro di stagiste adesso? Sei il poliziotto buono o quello cattivo?

Il mio studio si trova a Brescia in pieno centro ZTL 🙂 Con me trovate sempre Piuma.
Alcune scuole della città mandano gli studenti in stage o alternanza scuola/lavoro per apprendere il mio lavoro. Credo che per loro sia un’esperienza unica, che sicuramente sarà utile nel futuro, in modo particolare per chi frequenta le scuole di moda. Sono assolutamente il poliziotto cattivo, sono molto esigente, sempre presente, con il cervello sempre attivo e in movimento, chi lavora al mio fianco deve essere rapido e veloce manualmente e soprattutto di mente. Il lavoro per me è una cosa seria che va fatta con costanza e determinazione e va preso con serietà.

Il fatto che per molti lavorare a maglia possa essere un hobby spesso crea incomprensioni. Non sempre è facile far capire agli altri che quello che faccio è una professione come un’altra.

Oltre a tutto questo ti occupi anche di allestimenti, set e showroom. Come riesci ad incastrare tutto questo con la maglia?

Il brand Laura Baresi si muove su svariati livelli. Dai capi di abbigliamento in vendita, ai capi di abbigliamento su misura (studiati insieme al cliente), ci sono i corsi, le consulenze, le collaborazioni e gli allestimenti per eventi o luoghi speciali.

È un intreccio che appartiene alla stessa matassa. Per me non è possibile dividere le due cose o pensare di eliminarne una. Almeno non in questo momento. Di questo intreccio fa parte anche Giustacchini, con voi collaboriamo da anni per eventi e chissà magari presto allestimenti…e chi ha più idee ne metta😊

Adesso ti lasciamo tornare a tutto il tuo lavoro, alla tua Piuma e ai tuoi pop corn ma prima, svelaci qualche must have per questo inverno!

Dovete assolutamente avere un capo color SERENITY!

Noi ci siamo già ubriachi di Laura Baresi ora tocca a voi!
Vi aspettiamo ai suoi corsi:
– a Roncadelle – Sabato 24 Novembre: Iscriviti qui!
– a Verona – Sabato 17 Novembre: Iscriviti qui!
– a Brescia – Sabato 15 Dicembre: Iscriviti qui! 

Lascia un commento