Le favole a fiori di Antonio Scaburri | Giustacchini

Le favole a fiori di Antonio Scaburri

Antonio Scaburri flower designerAntonio, il nostro caro amico designer, è innamorato follemente dei fiori e li utilizza per i suoi allestimenti POWER, per le composizioni, per fare regali e soprattutto per esprimere emozioni

Oggi ci apre una piccola finestra dove ci parla di lui e del mondo attraverso i fiori e ci da alcune dritte nel caso in cui li volessimo regalare e per il magico momento del matrimonio.

Gratitudine, devozione, purezza, fedeltà possono rivelarsi sentimenti molto difficili da comunicare esplicitamente, per questo spesso  ci si affida ad una lettera, ad un messaggio cifrato, ad ambigui giri di parole.

Uno strumento su tutti, però, si rivela più che mai efficace, ed elegante al tempo stesso, per trasmettere emozioni e stati d’animo che non sapremmo far trapelare altrimenti: il linguaggio dei fiori.

Fiori ed allestimenti floreali venivano impiegati nell’epoca vittoriana per esprimere pulsioni e passioni che non potevano essere pronunciate, assumevano significati simbolici nel Medioevo o attribuzioni morali nel Rinascimento. Conosciuto anche come florigrafia, è con l’Ottocento che il linguaggio dei fiori assunse il massimo sviluppo, tanto che si diffuse un’editoria specializzata nella stampa dei flower books, illustrati con incisioni e litografie.

Ovunque e per sempre
se dico Rosa rossa rispondi PASSIONE,
se dico Girasole rispondi GIOIA
e se dico Tulipano rispondi PERFEZIONE.

Antonio ha costruito la sua carriera lavorando con la bellezza del fiore ed è riuscito a trasmettere agli altri un messaggio d’eleganza per niente banale.
La contaminazione, tanto nella vita quanto nel lavoro, è il segreto del suo successo. Alternare infatti sentimenti forti a momenti di vulnerabilità potrebbe sembrare incoerente e contraddittorio, quando è invece sintomo di autenticità. Non è un errore accostare piante esotiche e pregiate ad erbe aromatiche, arbusti o fiori artificiali anzi è la creazione di un’armoniosa alchimia tra oggetti distanti, ma non per questo avversari.

Per esprimere al meglio l’ideale di natura non possiamo che utilizzare il bosco, se vogliamo raccontare un ricordo d’infanzia possiamo aiutarci accompagnando le nostre parole con una dalia. Senza dubbio i fiori sono il miglior modo per raccontare le fiabe e per emozionare.

floer color design ispiration

Antonio trova terreno fertile per dar sfogo alla propria creatività nel variopinto giardino della sua immaginazione. In barba a chi ne fa tutta una questione di melensi ed evitabili sentimentalismi,  ci insegna quanto virile ed affascinante possa essere una favola scritta con il linguaggio dei fiori.

Colori e profumi sono il suo inchiostro, gli allestimenti imbastiti a mano le storie fantastiche che ci racconta.

Quello dei fiori è un linguaggio e un messaggio che non ha mode, non ha tendenze ma un modo naturale e semplice di comunicare un sentimento.

Uno dei momenti in cui il fiore acquista fondamentale importanza è il matrimonio dove la sposa deve scegliere un fiore che la rappresenti, al quale si senta legata, si identifichi o per il profumo o per il colore o anche solo perché la riporta ad un ricordo o ad una sensazione.

Per concludere questo breve viaggio, vi lascio con un compito per tutti:
raccogliete un fiore e mettetelo in un libro, nell’agenda o nel diario… quando lo riaprirete casualmente nel tempo sono sicura vi strapperà un sorriso!

book flower design emozioni

Lascia un commento

Non perderti nessuna novità!

* Acconsento al trattamento dei miei dati personali per scopi promozionali, commerciali, marketing e proposte di vendita diretta, come illustrato nell'informativa sulla privacy