Come rendere i compiti delle vacanze più divertenti | Giustacchini

Come rendere i compiti delle vacanze più divertenti

La scuola è ufficialmente finita per tutti, le vacanze sono iniziate, l’Estate è in piena esplosione (oserei dire che sta esagerando un po’ troppo) e il dramma più temuto dai genitori di tutto il globo inizia puntuale ed inesorabile: i compiti estivi.

Ma l’Autunno quando arriva?!

Purtroppo dovranno passare ancora giorni e giorni prima che si degni di palesarsi per la sanità mentale e fisica di tutti. Fino ad oggi ci siamo goduti il benessere derivante da ventilatore, docce gelate, lunghe nuotate al lago, un cono gelatino… I ragazzi si sono riposati abbastanza, hanno staccato la testa dall’ansia del voto finale, le ultime interrogazioni e la pagella finale, ed è venuta l’ora di rimboccarsi le maniche e riprendere piano piano le attività scolastiche previste per l’Estate.

Mettiamoci quindi l’anima in pace e pensiamo a qualche soluzione per provare a rendere i compiti estivi un po’ meno noiosi, un po’ meno “compiti”.

I bambini sono più facili da gestire rispetto ad un adolescente, ma non per questo vanno abbandonati a se stessi o oppressi eccessivamente. Stanno lentamente entrando nell’età cruciale nella quale è importante che vengano guidati verso la gestione autonoma dei compiti e l’organizzazione del tempo a loro disposizione (per doveri e svago).

Per i più piccolini, quelli che stanno imparando a leggere e a fare i primi calcoli, coinvolgeteli nelle vostre attività quotidiane come: fare la lista della spesa, seguire una ricetta e cucinare insieme, leggere insieme un libro (lasciate che sia lui a sceglierlo e a leggerlo ad alta voce)… Sono piccole cose che lo aiuteranno a fare pratica nella lettura, nella scrittura,  capire i numeri e a fare i primi calcoli. Inoltre si sentiranno coinvolti e “più grandi”, che non guasta nel grande schema della responsabilizzazione del piccolo.

Per quelli più grandicelli, potete trasformare il piano di compiti estivi in un vero e proprio gioco.
Prima di tutto, fate una lista di tutti i compiti assegnati e dei giorni a disposizione prima del rientro a scuola (consiglio: evitate il weekend, è giusto che anche loro abbiamo dei veri giorni di riposo, così va la vita!).

Una volta fatto tutto ciò dovete decidere insieme come organizzare il tempo tra studio e svago, e ci sono davvero un sacco di modi per renderlo divertente:

La tabella di marcia

Avete presente la grande board che la mamma della piccola bambina de Il Piccolo Principe le prepara per organizzare maniacalmente ogni minuto della giornata della piccola? Ecco, questa non è proprio l’idea che ho in mente, troppo maniacale e opprimente (a meno che non vogliate addestrare un piccolo robot!). Ci sono un sacco di modi per creare delle board colorate.
Prendetevi un giorno insieme al vostro bambino per decidere come organizzare i compiti (dicono sia meglio la mattina presto oppure nel tardo pomeriggio, vietato dopo pranzo!), lo svago, il parco con gli amici… Lui si sentirà coinvolto e avrete passato una bella giornata ad organizzare, colorare e scherzare insieme.

Board creativa per compiti

Tutorial MolletteTutorial Work stationTutorial Lavagnetta

Ps. Il Piccolo Principe (il trailer lo trovate qui) ve lo consiglio per una serata tutti insieme, perfetto sia per grandi che piccini.

Il Monopoli rivisitato

Se avete tanta fantasia, pazienza e tempo da dedicarci, potete sbizzarrirvi e rivedere il classico gioco del Monopoli in chiave compiti estivi.
Le caselle del gioco diventano le materie scolastiche, i libri da leggere, gli esercizi, le pause, le merende, i giorni senza compiti… Con gli imprevisti e le probabilità potete divertirvi a fare piccoli scherzi ai bambini, aggiungere compiti o abbuonare qualche minuto di studio. Lanciate un dado e lasciate andare la fantasia!

La pesca dei compiti

Una volta che avete organizzato giorno per giorno i compiti da fare, scriveteli su tanti bigliettini diversi (ricordatevi di calcolare anche eventuali giornate di riposo extra o attività alternative, per dare più pepe al gioco!), piegateli bene e buttateli in un barattolo o una ciotola di vetro bella grande. Ogni giorno si divertiranno a pescare!

Le citazioni sul frigorifero

Quanto è difficile convincere un ragazzo a leggere anche uno solo dei libri che gli vengono dati per le vacanze!? Ma noi siamo più furbe e sappiamo che gli adolescenti adorano letteralmente le citazioni, le leggono e le postano sui loro social tutto il giorno, tutti i giorni.
Bene, al posto della bacheca di Facebook, provate a mettere sul vostro frigo di casa (o su uno dei muri di casa dove bazzica più spesso) delle citazioni famose dai libri che devono leggere per l’Estate. Scrivete sotto il libro e l’autore… vediamo se questa opera di convincimento sottile e passiva funziona. Tentare non nuoce, e se fatto bene può diventare anche un bel decoro per la casa!

Ispirazione citazioni

Piccoli consigli extra:
1) Sulle materie che piacciono meno (e che rendono inevitabilmente il piccolo più restio a portarlo a termine), prevedete dei premi a step, come una caramella, una piccola pausa, così da motivare il bambino.

2) Seguite sempre il piccolo durante le prime fasi dei compiti, controllate che tutto sia corretto. Se trovate errori comunicate con loro e trovate insieme la soluzione all’errore. Imparerà a non commetterlo nuovamente senza traumi!

3) Preparate un angolo studio rilassato, pulito e ben ossigenato dove possa concentrarsi durante le ore di studio.

4) La concentrazione è tutto: vietati dispositivi elettronici, televisione e ogni altra distrazione.

5) Alternate le giornate di studio con gite, musei interattivi che aiutano i più piccoli ad apprendere meglio nozioni magari noiose giocando e divertendosi!

E voi, che consigli avete da condividere? Ditecelo 🙂

 

Lascia un commento

Non perderti nessuna novità!

* Acconsento al trattamento dei miei dati personali per scopi promozionali, commerciali, marketing e proposte di vendita diretta, come illustrato nell'informativa sulla privacy