Rientro a scuola senza stress | Giustacchini

Rientro a scuola senza stress

Cari amici, il rientro è senza alcun dubbio un trauma…PER TUTTI, SENZA ESCLUSIONI!

Noi avremmo voluto fare i capricci come da piccole, puntare i piedoni e dire NO IO NON CI VADO! Ma visto che non è possibile neanche per i più piccoli figuriamoci per noi fortunati viveur del mondo degli adulti! Noi non ce la potevamo fare ad affrontarlo da sole e abbiamo chiesto aiuto ad una SUUUPER MAMMA, Adriana Fusè alias Ricomincio da quattro, perché la mamma è sempre la mamma!

Il rientro a scuola è sempre un momento di grande stress, per i bambini e per noi mamme. Forse per noi mamme anche più che per i bambini.
Dobbiamo pensare a organizzare tutto, dobbiamo rientrare nel mood scuola-casa-lavoro, dobbiamo definitivamente accettare che le vacanze sono finite, purtroppo o per fortuna. Insomma, in una situazione così, stressarsi è un diritto!

Pensiamo positivo, possiamo farcela. Alla fine, anche in quest’avventura non siamo sole. I nostri bambini possono essere una grande risorsa e soprattutto un grande aiuto.
Dopo circa undici anni di back to school, mio figlio più grande ha dodici anni e ha iniziato l’asilo nodo a un anno, ho imparato che condividere questo momento con i figli, renderli partecipi in maniera attiva, è il modo migliore per affrontarlo.
Ho imparato, a mie spese, che dobbiamo dare responsabilità ai bambini senza sovraccaricarli d’impegni. Indispensabile è organizzare con loro gli impegni inderogabili delle giornate che precedono l’inizio della scuola. Fondamentale è organizzarsi e aiutarli a organizzare i loro impegni per non soccombere al rientro a scuola!

Alcuni consigli per un rientro a scuola senza stress:

1. Compiti delle vacanze.

Vacanze, uguale: compiti delle vacanze. Si ripresenta, per tutti o quasi, il problema dei compiti delle vacanze. Non possiamo pretendere che passino le vacanze a far compiti, visto che quelle di Natale sono anche più brevi delle estive, ma non possiamo neanche mandarli a scuola senza averli terminati. Rimandare all’ultimo è il modo migliore per non fare e per farsi venire l’esaurimento. Parlo per esperienza.
Controllate con i vostri figli i compiti che mancano e senza stress suddivideteli in maniera intelligente per i giorni che mancano all’inizio della scuola. Ovviamente deve essere una suddivisione “umana”. Non potete pretendere che sacrifichino tutta la giornata a far compiti, otterreste l’effetto contrario.
Non dimenticate mai che per noi mamme le vacanze di Natale significano lavoro doppio, ma per loro dovrebbero essere meritato riposo.
Se invece siete della scuola “Sei responsabile delle tue azioni” e decidete di mandarli a scuola senza aver terminato i compiti perché sono una loro responsabilità sin da piccoli, beh spiegatemi dove trovate la forza di farlo. Io ogni anno dico che lo farò ma finisco inevitabilmente per non farlo. La verità è che sapere che va a scuola con tutti i compiti finiti mi fa stare tranquilla.

2. Orari.

Con la prima settimana dell’anno iniziate a ristabilire gli orari ai quali i bambini sono abituati. Soprattutto per quanto riguarda l’orario della nanna. È vero che si alzeranno presto la mattina, ma è anche vero che il giorno del rientro non dovrete assistere a pianti disperati perché non vogliono alzarsi.

3. Parlategli del rientro a scuola.

Qualche giorno prima iniziate a parlargli del rientro a scuola. Parlategliene come qualcosa di assolutamente bello e divertente. So che per noi mamme lo è davvero ma non dobbiamo fargli capire che siamo felici che tornino a scuola. Dobbiamo passare il messaggio che tornare a scuola è bello perché rivedranno i compagni, giocheranno con loro, impareranno tante cose nuove, passeranno le giornate con gli amichetti senza annoiarsi.

4. Tempo libero.

Non passate ai vostri figli il messaggio che con l’inizio della scuola non avranno più tempo per fare altro. Li spaventerete inutilmente e rischiate di fargli odiare la scuola. Con una buona organizzazione, soprattutto di noi mamme, i bambini possono continuare ad avere tempo libero per giocare, vedere i nonni e tanto altro.

Personalmente ho sempre parlato del back to school, ai miei figli, come un momento meraviglioso, in cui avrebbero rivisto amici. Ho sempre parlato della scuola e dell’impegno scolastico con entusiasmo e cercato di creare in loro grandi aspettative.
Fino ad oggi quest’approccio mi ha premiato, spero possa aiutare anche voi.
Tutti siamo sempre tornati a scuola dopo le vacanze di Natale e tutti siamo sempre andati in vacanza alla fine della scuola.
È una ruota che gira!

Adriana Fusè
Ricomincio da quattro
www.ricominciodaquattro.com

Buon rientro 😉

Lascia un commento

Non perderti nessuna novità!

* Acconsento al trattamento dei miei dati personali per scopi promozionali, commerciali, marketing e proposte di vendita diretta, come illustrato nell'informativa sulla privacy