Rock & Roll: tempo di borchie! | Giustacchini

Rock & Roll: tempo di borchie!

Sono arrivate le giornate d’Autunno ed il look che preferisco è quello acqua e sapone o meglio, per essere sincere, sarebbe più corretto definirlo al “naturale“! Come ottenerlo? Semplice! Basta uscire con i i capelli con cui ti alzi la mattina… sì, quelli che alla cresta di un moicano gli fanno un baffo!

E il trucco? Quello rimasto dalla sera prima, che ti da quell’aria un po’ dark , va benissimo!

E che cosa mettere? Jeans rigorosamente scuri, meglio se strappati, una t-shirt tinta unita, il giubbino di pelle (anche l’eco pelle va benissimo) con le borchie, le scarpe sportive con le borchie, il polsino con le borchie… Mi sa che avete capito l’antifona: mi piacciono le borchie, molto, MOLTISSIMO! Ed è facile spiegare il perché: in un mondo di donne quasi tutte vestite uguali, è bello poter personalizzare i propri capi, dalle scarpe agli zaini per non parlare delle t-shirt, dell’intimo e sì, perfino delle unghie!

borchie mania 2017

Mentre oggi le borchie sono di tendenza e alla moda, negli anni ’70, quando hanno spopolato nei sobborghi di Londra, contrassegnavano uno stile ribelle: quello PUNK. La voglia di esprimere rabbia e disagio si esternava attraverso l’arte, la musica (di cui i Sex Pistols erano i massimi esponenti) e l’abbigliamento naturalmente.

L’idea delle borchie fu ripresa negli anni ’90 da Gianni Versace, qualche anno dopo da Alexander McQueen e nel 2000 perfino dal marchio bon ton per eccellenza: Chanel. Per qualche tempo quasi tutti si dimenticarono di loro. Fino al 2008 dove ricomparvero nella collezione di Gucci per dettare tendenza fino ad oggi trasformandosi anno dopo anno in un accessorio femminile e chic, senza perdere la loro grinta.

Esistono vari tipi di borchie:

– termoadesive che, come dice la parola stessa, si fissano col calore

– a rivetto, fissate a pressione

– a vite, fissate tramite l’utilizzo di un cacciavite

– con alette.

Quelle che ho scelto per il mio esperimento sono quelle a rivetto perché, oltre ad avere un’ottima tenuta, possono essere fissate su qualsiasi superficie. Applicarle sembra un lavoro difficilissimo (di quelli che possono essere fatti solo da un taglialegna vichingo) e invece vi sorprenderà sapere che basterà la vostra forza… il vichingo comunque non buttiamolo via 😉

In cosa consiste il mio esperimento?

Prendendo ispirazione da un tutorial su come poter creare una borsa in pvc trasparente con borchie, ho deciso di personalizzare la mia Cartella POP DELUX LUX, rendendola ancora più unica.

pochette trasparente DIY

Materiale utilizzato per la mia personalizzazione:

– borchie (io ne ho usate 15)

– una riga o una squadra

– un pennarello indelebile

– un po’ di cotone imbevuto d’alcol

– pinza fustellatrice per cinture

Procedimento:

Prendete la riga e individuate i punti in cui volete inserire le borchie e segnateli con con il pennarello indelebile. Forate con una pinza fustellatrice nei punti indicati e cancellate il residuo di pennarello con il batuffolo di cotone imbevuto d’alcol. Applicate le borchie e il risultato vi sorprenderà.

Oltre alla personalizzazione mi piace l’idea di dare nuova vita ai capi che sono stati accantonati per un po’, ma a cui in realtà vuoi troppo bene per separartene. Per esempio un giubbino di jeans un po’ vintage che hai rubato a tua madre, la camicia scozzese per cui è nato subito l’amore, ma vedendola con tutte sei indecisa se lasciarla o no. La felpa per eccellenza, quella grigia, liscia, basica che avrai messo un milione di volte ma che vorresti portare ancora perché è troppo comoda per darla alla tua sorella. Di seguito alcuni esempi di come cambiare look ai nostri abiti.

abbigliamento DIY borchie

La cosa che accomuna tutte queste proposte? Il fatto che ognuno può sbizzarrirsi utilizzando borchie di forme diverse, posizionandole in parti diverse, senza seguire schemi rigidi, ma solo la fantasia.

Abbiamo parlato di accessori, abiti con le borchie, ma non di mobili. Ebbene sì, possiamo impreziosire anche il nostro arredamento con questo stile trasgressivo ed elegante. Possiamo per esempio rendere unico un mobile console.

Ma come farlo?

Anzitutto decidiamo un disegno da seguire e segniamo con la matita il posizionamento del centro delle borchie, cercando di tenere una distanza uguale tra un punto e l’altro. Foriamo con una punta del trapano leggermente più piccola rispetto al diametro del corpo della borchia e con l’aiuto del martello la incastoniamo nel nostro mobile.

Borchie ovunque e su chiunque…

Possiamo convincerci di essere i più glamour con questo look, ma i veri re dello stile borchiato sono i nostri amici a quattro zampe. Sarà la loro aria sbarazzina, il loro atteggiamento da “questa è casa mia ma ti lascio illudere che sia la tua” il motivo per cui le borchie gli si addicono alla perfezione. Come fate a contraddirmi???

collari per animali DIY con borchie

Lascia un commento

Non perderti nessuna novità!

* Acconsento al trattamento dei miei dati personali per scopi promozionali, commerciali, marketing e proposte di vendita diretta, come illustrato nell'informativa sulla privacy