Weekend in Europa? Che ne dici di Berlino? | Giustacchini

Weekend in Europa? Che ne dici di Berlino?

La mia prima volta a Berlino è stata a Febbraio. Dovevo preparare la valigia e…

oddio cosa mi porto? Farà freddissimo!

Io non soffro il freddo, ma visti i luoghi comuni sulle città del Nord, non potevo non munirmi di leggins felpati, calze maglia di lana, scarpe con pelo e maglioni a non finire di qualsiasi tipo e per qualsiasi evenienza; il tutto corredato da ombrellino e immancabile giacca a vento.
Il grande giorno arriva, sveglia alle 3 (che puntualmente non ho sentito) e corsa in aeroporto già vestita per affrontare la lunga giornata al freddo gelido che mi ero immaginata.
Morivo di caldo.

Dopo circa 5 ore dalla partenza da casa, finalmente stavamo atterrando a Berlino. In un attimo ritiriamo i bagagli e usciamo accompagnati dal panico di non trovare il treno e non riuscire a farci capire, ma in un attimo avevo già gli occhi a cuore.
Con una facilità disarmante abbiamo trovato il treno che ci avrebbe portati in centro, puntualissimo (che per chi come me è abituato al servizio ferroviario italiano non è poco!).

Una cosa che non potete non notare nelle stazioni tedesche sono i giganteschi orologi di Hilfiker diventati famosi in tutto il mondo grazie all’iconica Rote Kelle, la lancetta dei secondi rossa a forma di paletta, che in passato cadenzava come un generale dell’esercito austro ungarico la partenza dei treni.

Arriviamo in stazione centrale. Qui nasce il mio secondo amore: il brezel caldo appena sfornato davanti a me ripieno di burro e erba cipollina. Non potete capire quanto sia buono, i grani di sale grosso che si mescolano con la morbidezza del burro e erba cipollina, il tutto incorniciato in un soffice e caldo intreccio di pane. Ah, ecco… dimenticatevi i brezel stile grissino che si trovano in Italia.

negozio brezel Berlino

Chiusa questa parentesi della colazione usciamo, prendiamo la metro e arriviamo finalmente davanti alla Brandenburger Tor, la porta di Brandeburgo.
Mi è subito chiaro come tutt’oggi coesistano due Berlino: quella economica e moderna delle ambasciate, di Alexander Platz piena di negozi delle solite catene internazionali e del Sony Center; quella più storica e più calma del Reichstag, del Tiergarten  il grande parco cittadino che si apre subito dietro la porta di Brandeburgo e del Nikolaiviertel, il quartiere medievale ricostruito dopo la Seconda Guerra Mondiale.

Reichstag Berlino storica
In poche parole, a mezzogiorno l’idea della città fredda, gelida, pungente l’avevo già dimenticata del tutto e avevo già ben chiaro che quella in cui mi trovavo immersa era a tutti gli effetti un posto dove chiunque si sarebbe potuto sentire accolto, a proprio agio, e avrebbe potuto percepire la sensazione di calore che solo i luoghi famigliari ti sanno dare.
Ci sono voluti pochi istanti e Berlino è subito diventata la mia città del cuore, sicuramente il mio posto nel mondo infatti non ho potuto fare a meno che tornarci più volte.

Neue Heimat Berlino

Quindi se per quest’Estate avete in programma di visitare una città europea, Berlino può essere tra le candidate. Non sarà né troppo calda di giorno né troppo fredda la sera,  questo vi potrà per mettere di godervela a fondo in tutti i suoi lati dal più storico al più disparato e divertente in tutti i momenti della giornata.

Vi lascio qualche consiglio:

– Il RAW / Una specie di centro commerciale del divertimento. Ci puoi trovare di tutto, dagli skater alla famiglia con papà in giacca e cravatta e mamma con il bambino nella carrozzella o ancora dalla sala di Parkour al ristorante posato. Ci sono bar, sale concerti, ristoranti di qualsiasi genere e per qualsiasi gusto il tutto racchiuso nella cornice di una ex officina ferroviaria recuperata che si presenta oggi decorata di graffiti e illuminata di lucine colorate.

Raw divertimento Berlino

– I Biergarten / Ne trovate sparsi per tutta la città e sono un posto in cui passare per forza per calarsi a pieno nello spirito tedesco tutt’altro che rigido. D’Estate sono giardini all’aperto in cui potrete sia cenare con cibo tipico come wurst, bistecche alla brace o patate, sia prendervi solo una birra il tutto accompagnato da musica di sottofondo. Nessuno vi servirà niente al tavolo, ma sono il luogo ideale dove rilassarsi dopo una giornata di lavoro o, come voi, dopo una giornata a zonzo per la città.

Berlinprater prato festa Berlino

Un’ultima raccomandazione: non chiudetevi solamente nei musei, ma vivetevela all’aria aperta!

Lascia un commento

Non perderti nessuna novità!

* Acconsento al trattamento dei miei dati personali per scopi promozionali, commerciali, marketing e proposte di vendita diretta, come illustrato nell'informativa sulla privacy